verita

VERITA.

Contrario di falsità. Lat. veritas.
Fior. virt. A. Mon. Verità è a usare il vero, sanza alcuno mentimento.
Boc. n. 79. 14. Diede tanta fede alle parole di Bruno, quanta si saria convenuta a qualunque verità.
Dan. Par. 4. Ma perchè possa vostro accorgimento Ben penetrare a quella veriate.
Bocc. g. 8. f. 4. Niuno perciò alla verità del fatto pervenne [cioè alla realtà, e sustanza]
Passav. 333. Non furono secondo verità, ma così pareano [cioè in effetto]
¶ Con la preposizione, IN, avanti, ha forza d' avverbio, e val veramente: e simile col segno del secondo caso DI. Lat. verè.
Bocc. nov. 65. 13. In verità, Madonna, di voi m' incresce. E n. 72. 6. Gniaffe in buona verità, io vo infino a Città per alcuna mia vicenda.
Petr. Son. 232. E 'l rimembrare, e l' aspettar m' accuora, Or quinci, or quindi, sì che in veritate.
Fr. Giord. S. Allora è ben peccato mortale, che ti menerebbe al Ninferno, così è di verità.
¶ Diciamo in proverbio. La verita sta sempre a galla, e vale, che il vero non si può mai tanto occultare, che, o tardi, o per tempo, non si palesi. L. veritas nunquam latet.